Warning: A non-numeric value encountered in /homepages/30/d665219465/htdocs/clickandbuilds/GliAngeliVascoRossiTributeBand/wp-content/themes/Divi/functions.php on line 5806

Un po’ di storia tra romanzo e realtà.

La band bolognese nasce nel Giugno del 2007 già col nome definitivo, e se chi ben comincia è a metà dell’opera, già questa è una buona partenza… GLI ANGELI!!!
All’inizio si parte da una base composta dal duo “chitarra e voce” con Max Broggio e Gabriele Pullega, che già da 3 anni si esibisce nelle piazze del bolognese con un repertorio che prevedeva più di 80 pezzi di Vasco (si fa prima a dire quasi tutti).
A Finale Emilia, il 07/07/07 (ricordate bene questa data, visto che è molto semplice) la band scende in piazza per la prima volta al completo con un repertorio ricco di pezzi e di emozionanti melodie, si passa dagli splendidi anni ’90 di Vasco attraversando poi tutti i più grandi successi per concludere con l’intramontabile “Albachiara”!
Gli anni sono passati, i musicisti a fianco di Max sono cambiati, non ci dimentichiamo che si tratta di un tributo a un cantante, e veniamo rapidissimamente ai giorni nostri.
Il forte impatto sonoro della band nella sua formazione attuale, migliorata esponenzialmente nel corso degli anni fa sì che la band stessa non passi inosservata, è un’identità… un marchio… un simbolo che è e resterà nella storia.
E oggi la formazione de “Gli Angeli” vanta un’esperienza che vale davvero la pena di essere conosciuta e vissuta dal più profondo dell’anima, proponendo tutta la carica del PIU’ GRANDE ROCKER ITALIANO… forse di sempre.
Lo spettacolo può essere di tre tipi: l’acoustic quartet per le situazioni più intime, la full rock band per le grandi piazze e le feste più chiassose e lo show elettro-acustico “Questa storia qua” che dal 2018 abbiamo creato per i teatri di medio-piccole dimensioni.
E non ci fermiamo qui, sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo per stupirvi e portarvi un po’ di gioia, sempre in controtendenza perché “chi detiene il potere ha bisogno che la gente sia affetta da tristezza”.
Veniteci a trovare… è cosa buona e giusta!!!